In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri visitatori. Cliccando sul link sottostante "Policy – Cookies e tutela della Privacy" puoi trovare le informazioni su cosa sono i cookies.

Putignano, una Storia che non ti aspetti

itinerario monumenti

percorso chiese

La chiesetta è situata in pieno centro del borgo antico, lungo la Chiancata, posto frontalmente al Monastero di Santa Chiara.

Si suppone che sul sito tempo addietro era presente un tempietto pagano, poi dedicato a Sant’Irene. L’architettura della Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli è in linea con quella delle altre chiesette rurali della zona. Il tetto spiovente è coperto dalle tipiche chiancarelle di pietra calcarea locale.  Il campanile a vela completa la facciata frontale, mentre internamente si ha una navata unica.

All’interno del monumento, vi è una tela di Vincenzo Fato (1705-1788), molto presente nella arte pittorica di Putignano. Nella tela sono rappresentati la Madonna di Costantinopoli con Bambino, circondata dai caratteristici angeli che il pittore disegnava, fra i Santi Antonio da Padova e Giovanni Battista. Quest'ultimo è riconoscibile dal cartiglio con la frase "Ecce Agnus Dei qui tollit peccata mundi" mentre Sant'Antonio da Padova si riconosce dal giglio e dal saio francescano. Accanto alla tela due ovali dello stesso Fato: uno con Gesù Bambino con la Croce, l’altro con San Girolamo.

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli è aperta soltanto quando si festeggia la Madonna, il primo martedì di Marzo.

La chiesetta di S. Maria di Costantinopoli, oratorio della Confraternita del SS. Sacramento, all'esterno presenta un tetto coperto a chianche e un campaniletto a vela. L'unico vano interno custodisce un coro ligneo. Sono da ammirare alcune tele di pregio presenti all'interno.
 
Tale chiesetta è citata già in un testamento del 27-11-1558 del Giudice Pietro Romanello per notar Giovanni Carusio ed è stata nella disponibilità dell'Arciconfraternita del SS. Sacramento a partire dal 1612

lavoro di gruppoQuesto progetto nato dall'idea di Gianni Musaio è racchiuso in uno spirito di squadra ed è il frutto della collaborazione di persone, semplici cittadini, che hanno a cuore il patrimonio storico, culturale, artistico, geografico, enogastronomico del centro storico di Putignano paese in cui vivono. Una condivisione con istituzioni, turisti, studenti di quanto di bello e unico ha da offrire il contesto accessibile da una delle tre porte.

divieti

Il centro storico di un paese è il fulcro del territorio, dove sono custodite antiche storie, tradizioni e cultura di chi ci ha preceduto. Contribuisci anche tu a lasciare alle generazioni che verranno le testimonianze del passato avendone cura.