In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri visitatori. Cliccando sul link sottostante "Policy – Cookies e tutela della Privacy" puoi trovare le informazioni su cosa sono i cookies.

CON IL PATROCINIO GRATUITO DI
logo carnevale putignano
FONDAZIONE DEL CARNEVALE DI PUTIGNANO
logo chiesa di san pietro

CHIESA SAN PIETRO APOSTOLO

Putignano, una Storia che non ti aspetti

itinerario monumenti

percorso chiese

logo visita putignano

Muretti a secco | I pareti della Murgia Barese

La recinzione di terreni agricoli, atta a delimitare il perimetro di proprietà dell'appezzamento, a contenere la terra ed evitare che le pioggie la portino via ed infine accantonare le pietre presente nella terra che possono creare problemi in fase di lavorazione e praparazione alla semina e raccolto dello stesso, è una caratteristica tipica della Puglia e del nostro contesto territoriale.

 

Il capasone, l'antico contenitore per vino olio e acqua

Un recipiente di creta morfologicamente simile ad una giara di dimensioni, però, più importanti. Di colore giallo ocra o giallo bruno, è stato simbolo dell’abbondanza per la sua capacità variabile, da pochi litri a circa 300. Il termine capasone è di derivazione dialettale Pugliese "capase" cioè capace, ossia il contenitore più capiente tra quelli esistenti un tempo. Le sue dimensioni variavano da 25 a 150 cm di altezza, in rari casi fino a 2 metri, con un diametro massimo, nel punto di più ampia larghezza di circa 80 centimetri e una capienza che andava da circa 20 litri (chiamato a r'zol, cioè orciolo) e poteva arrivare anche a 200 litri.

 

Vito Petruzzi | Il primo sindaco di Putignano dopo la seconda guerra mondiale (1899-1957)

MEDICO COMUNISTA ED ESULE ANTIFASCISTA, PRIMO SINDACO DI PUTIGNANO DOPO LA SCONFITTA DEL FASCISMO


   Nel 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica Italiana (1° gen. 1948) è d’obbligo ricordare la figura di Vito Petruzzi, primo Sindaco a Putignano (13.12.1947) alla ripresa della vita democratica in Italia dopo la caduta del fascismo. Ricostruirne la biografia, insieme ad un pezzo significativo della storia del nostro paese, è stato possibile grazie ai ricordi personali ed alla documentazione gelosamente custoditi da Enzo Petruzzi, medico, nipote di Vito e già, a sua volta, sindaco a Putignano (26.07.1985-27.07.1990).

Sollevazione popolare a Putignano e morte di Margherita Pusterla*

La nostra storia dimenticata: 13-14 maggio 1902

Una folla di circa cinquemila putignanesi (la città contava 13.969 abitanti al censimento del 1901) per due giorni, il 13 e 14 maggio 1902, dette sfogo alla propria indignazione e rabbia nei confronti della ristretta classe dei proprietari terrieri e dei ricchi borghesi che ingrassavano sul lavoro e sulla miseria dei lavoratori della terra.

Fascine di rami

Dopp a guerr u quarant -manch i can a guerr...,  menomal c’avibb a f’rton d r’trarm- i’r amar v’rament! Tann er’m quas tott iumm d fuer, senz nscion d’rett; a fateg er pecch i a fam addr’scev. Scemm por a b’trari’ (1), ma nann cavamm nodd. M’arr’cord nu sciop’r, na volt, for a port (2), ca u stradon stav chien d’umm d fuer da pont a pont... Tann parev ca i patron a v’ngev’n semp lu’r, ma pu’, dall iu’sc i dall cri’, i cos so cangiat da ngil nterr: quann iej’ scev a sciurnat, mo a Cunfurt (3), a patron Ces’r Cacat’rron, mo a Madonn a Grazi’, o s no a met’r i a s’m’nà a Chinocond a patron V’tocc Spaghett, c l’era iess dett ca nu zappator minz analfabet accumm a mem iera iess fatt nu fegghj’ ng’gnir..?!?

Previous Next

Medico e Sindaco socialista di Putignano, destituito dal Prefetto nonostante fosse stato assolto dall’accusa di lesa maestà -insulti alla regina e alla famiglia reale- ed incitamento all’odio di classe

- Il personaggio

     Putignano, a confronto di altri centri vicini, è povera di monumenti pubblici -in memoria di personaggi più o meno illustri o meritevoli, locali e non- probabilmente in ossequio alla celebrata dote di concretezza e pragmatismo, vanto dei putignanesi.

Putignano è anche nello spazio

Nel 2001 la scoperta fatta da un nostro concittadino, residente ormai da tempo in provincia di Roma, ha portato Putignano tra le stelle. Silvano Casulli, questo il nome dello scienziato che ha scoperto l'asteroide di 18 Km di diametro che si trova tra le orbite di Giove e Marte e, dopo il riconoscimento del Minor Planet Center di Cambridge (USA), ha voluto intitolarlo ufficialmente alla sua città natale "Putignano". Il nome di un paese o una città dato ad un corpo celeste è stato un onore finora riservato a poche decine realtà italiane.

Il Gaguro | Il folletto che ti toglie il respiro

Diffuse e radicate in tutte le antiche culture contadine, dovute alle incomprensioni di alcuni meccanismi del sonno, quelle dei folletti sono storie e credenze che hanno spiegato, per secoli, notti insonni, difficoltà di respirazione ed eventuali strani segni comparsi sul corpo. Hanno giustificato beffardi scherzi dovuti a movimenti maldestri o mancanza di concentrazione e quindi il "non trovare più oggetti tipo occhiali chiavi o orecchini appena posati sul tavolo", tutta colpa di un folletto.

 

I Vermi dell'intestino. L'antico rito per la guarigione

Nei tempi che furono, alcune tipologie di malesseri, soprattutto dei bambini, venivano curati da operatrici di guarigione che si tramandavano riti e operazioni di generazione in generazione.

Per i vermi presenti nell'intestino, la guaritrice impartiva una sorta di rituale dinnanzi al malato. Dopo aver bagnato il pollice con l’olio d’oliva, tracciava un segno di croce sulla fronte del malato, pronunciando le parole «Padre, Figlio e Spirito Santo». Successivamente, sempre con il pollice e per ogni giorno della Settimana Santa, fa un segno di croce sul ventre del paziente e tra sé e sé pronuncia il seguente scongiuro diviso in tre tempi:

Pagina 1 di 2

lavoro di gruppoQuesto progetto nato dall'idea di Gianni Musaio è racchiuso in uno spirito di squadra ed è il frutto della collaborazione di persone, semplici cittadini, che hanno a cuore il patrimonio storico, culturale, artistico, geografico, enogastronomico del centro storico di Putignano paese in cui vivono. Una condivisione con istituzioni, turisti, studenti di quanto di bello e unico ha da offrire il contesto accessibile da una delle tre porte.

divieti

Il centro storico di un paese è il fulcro del territorio, dove sono custodite antiche storie, tradizioni e cultura di chi ci ha preceduto. Contribuisci anche tu a lasciare alle generazioni che verranno le testimonianze del passato avendone cura.