In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri visitatori. Cliccando sul link sottostante "Policy – Cookies e tutela della Privacy" puoi trovare le informazioni su cosa sono i cookies.

Putignano, una Storia che non ti aspetti

itinerario monumenti

percorso chiese

logo visita putignano

foto1813 sedileEra il novembre del 1575, alcune vecchie abitazioni del borgo antico furono adattate a sede dell'Università cioè del Governo Comunale. In seguito al ricorso del Portulano per l'occupazione di cm. 26 e mezzo di suolo pubblico, la R. Camera della Sommaria, il 14 marzo 1602, decise in merito e stabilì che l'Università non fosse ulteriormente molestata. I lavori di adatta­mento del Sedile furono ripresi nel 1657 - 58 e ancora nel 1674. Il sedile divenne il simbolo del potere dei cittadini e del popolo dopo la scomparsa del feudalesimo.

L'edificio venne abbandonato nel 1835 per­chè bisognoso di urgenti riparazioni e La Sede del Governo cittadino si trasferì nell'ex Convento dei Carmelitani.

Nel 1905. il Sedile subì l'ultimo rifacimento stratturale che ne fece perdere completamente l'antica fisionomia. Sono visibili sulla facciata lo stemma della città con la data 1603. Purtroppo, in questa fase di ammodernamento andarono distrutte le antiche e famose pitture che adornavano la sala d'ingresso.

Il Sedile è affine a quelli costruiti in Roma da Cesare Ottaviano e da altri Imperatori, con portici e cancelli di ferro.

vecchio quadranteL'orologio pubblico che segnava il tempo nel centro del borgo che attualmente sormonta il Sedile, se­condo lo storico Casulli, era prima collocato sulla facciata della vecchia torre campanaria della basilica di San Pietro, poi, fu collocato al posto attuale. Il quadrante originario era di maiolica, quest'ultimo conservato ora nella villa Karusio, ed al centro una freccia per indicare le ore, che ve­nivano segnalate con non più di sei rintocchi di campana e repli­cati dopo i primi 5 minuti.

 

Intorno al 1870 fu aggiunta l'altra campana per la segna­lazione dei quarti d'ora ad opera del concitta­dino Vincenzo Pagliarulo. Nel 1884 l'orologiaio Francesco Pagliarulo modificò la suoneria delle ore, portandola da sei a dodici rintocchi e sostitui al vecchio quadrante quello attuale, traslucido, per es­sere illuminato di notte.

lavoro di gruppoQuesto progetto nato dall'idea di Gianni Musaio è racchiuso in uno spirito di squadra ed è il frutto della collaborazione di persone, semplici cittadini, che hanno a cuore il patrimonio storico, culturale, artistico, geografico, enogastronomico del centro storico di Putignano paese in cui vivono. Una condivisione con istituzioni, turisti, studenti di quanto di bello e unico ha da offrire il contesto accessibile da una delle tre porte.

divieti

Il centro storico di un paese è il fulcro del territorio, dove sono custodite antiche storie, tradizioni e cultura di chi ci ha preceduto. Contribuisci anche tu a lasciare alle generazioni che verranno le testimonianze del passato avendone cura.