In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri visitatori. Cliccando sul link sottostante "Policy – Cookies e tutela della Privacy" puoi trovare le informazioni su cosa sono i cookies.

CON IL PATROCINIO GRATUITO DI
logo carnevale putignano
FONDAZIONE DEL CARNEVALE DI PUTIGNANO
logo chiesa di san pietro

CHIESA SAN PIETRO APOSTOLO

Putignano, una Storia che non ti aspetti

itinerario monumenti

percorso chiese

logo visita putignano

Altare centrale della Cappella della Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli

L'altare maggiore della chiesetta di Santa Maria di Costantinopoli compone le sue parti strutturali in pietra calcarea tipica del territorio. L'antependio vede la presenza di cornici che ne arricchiscono la conformazione.
 

tela fato madonna di costantinopoli chiesa s maria di costantinopoli putignanoSulla parte superiore troneggia una tela pittorica raffigurante la Madonna di Costantinopoli con Bambino tale opera è attribuita alla creatività del pittore Vincenzo Fato (Castellana Grotte 1705-1788). Nella rappresentazione pittorica la Madonna è circondata dai caratteristici angeli che il pittore disegnava, e si trova tra Sant'Antonio da Padova e San Giovanni Battista.

 

Sant'Antonio è riconoscibile dal giglio, emblema che lo rende identificabile in molte rappresentazioni iconografiche; Il giglio rappresenta la sua purezza e la lotta contro il male.

 
San Giovanni Battista è riconoscibile per la frase "Ecce Agnus Dei qui tollit peccata mundi".
 
 
Posti lateralmente alla tela grande sono presenti due ovali dello stesso Fato: uno con Gesù Bambino con la Croce, l’altro con San Girolamo. Quest'ultimo è raffigurato nella grotta di Betlemme, dove si era ritirato sia per vivere la sua san girolamo vincenzo fatovocazione da eremita, sia per attendere la traduzione della Bibbia dal greco al latino.
 
San Girolamo è senza vesti e con l'abito e con il galero (cappello) cardinalizio gettato in terra semanticamente a voler simboleggiare la sua rinuncia agli onori. Sulla tela il Fato ha raffigurato anche il leone a cui aveva tolto la spina dal piede, il Crocifisso a cui rivolge l'adorazione e un teschio come simbolo di penitenza mentre con la pietra continua a battersi il petto.

lavoro di gruppoQuesto progetto nato dall'idea di Gianni Musaio è racchiuso in uno spirito di squadra ed è il frutto della collaborazione di persone, semplici cittadini, che hanno a cuore il patrimonio storico, culturale, artistico, geografico, enogastronomico del centro storico di Putignano paese in cui vivono. Una condivisione con istituzioni, turisti, studenti di quanto di bello e unico ha da offrire il contesto accessibile da una delle tre porte.

divieti

Il centro storico di un paese è il fulcro del territorio, dove sono custodite antiche storie, tradizioni e cultura di chi ci ha preceduto. Contribuisci anche tu a lasciare alle generazioni che verranno le testimonianze del passato avendone cura.